Lunedì, 21 Dicembre 2009 13:18

La Sfida della complessita' - al ManagerZenCafe' di Rimini In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

alessandro-cravera-0002.jpgIl 2010 sarà per il ManagerZenCafe' a Rimini l'anno dedicato al tema della Complessità con riferimento a quegli approcci manageriali sviluppati sulla teoria del caos e della complessità e che meglio sembrano descrivere la turbolenza attuale. Primo appuntamento Lun. 15 febbraio con la partecipazione straordinaria di Alessandro Cravera, partner Newton Management Innovation!


RIMINI - ManagerZen Cafè 2010


La sfida della Complessità


"La parola complesso fa riferimento all'incrocio, al tessuto. E il tessuto, pur essendo costituito di parti (i fili, la trama, l'ordito), possiede caratteristiche che le singole parti non hanno, e che solo limitatamente possono venire "spiegate" disfacendo l'intreccio." (Gianni Zanarini in Caos e Complessità. CUEN 1996)


chaos.jpgAlla vigilia del 2010 siamo tutti in attesa della ripresa economica, attenti ai piccoli bagliori e segnali positivi all’orizzonte. Come tutti auspichiamo nella ripresa, ma di una cosa siamo consapevoli: non sarà un semplice tornare indietro, le cose non funzioneranno più come prima. A fianco dell’operatività quotidiana e delle azioni necessarie per condurre al meglio l’impresa attraverso la crisi, ci pare necessario riservare uno spazio per riflettere e confrontarci su quella che a tutti gli effetti pare profilarsi come una nuova era economica, con nuove regole, nuove visioni, nuove pratiche manageriali e nuove abilità da sviluppare e mettere in gioco. In altre parole si tratta di costruire un nuovo modo di fare impresa perché, al di là della crisi, è questa la nuova vera sfida.

Il paradigma della complessità e gli approcci manageriali e culturali che ne derivano ci sembrano senz’altro i più idonei a rappresentare il mutamento in atto e a fornire un nuovo punto di riferimento per attuare il cambiamento. Con questo ciclo di incontri ascolteremo e dialogheremo con manager, consulenti, docenti universitari che per primi in Italia stanno affrontando questa sfida e definendone le linee di sviluppo e le implicazioni.

PROGRAMMA INCONTRI

Lun. 15 Febbraio

RIPENSARE IL MANAGEMENT NELLA COMPLESSITÀ
Alessandro Cravera - Newton Management, Gruppo 24 ore


Contrariamente a quanto propongono le attuali prassi manageriali, per reagire alla complessità esterna occorre aumentare la complessità interna; in altre parole, dobbiamo incrementare il nostro repertorio di modelli cognitivi attraverso l’esplorazione e la sperimentazione continua. L’incontro si propone di attivare un confronto sulle implicazioni della complessità nella gestione d’impresa.
-----------------------------------------------
Ven. 19 Marzo


L’AZIENDA COME ECOSISTEMA
Alberto Felice De Toni – Preside Facoltà Ingegneria Università di Udine


Confronto tra modello manageriale classico e modello manageriale complesso.
Come funziona un ecosistema e perché ci può essere utile come modello da applicare all’organizzazione aziendale? Ce lo racconterà Alberto Felice De Toni, attraverso esemplificazioni e casi di studio aziendali: l’esperienza di ILLY.

--------------------------------------------------------
Lun. 19 Aprile


Il MANAGER della COMPLESSITA’
Mara di Bartolomeo – consulente, ricercatrice e docente universitaria


Grazie all’intervento di Mara Di Bartolomeo scopriremo quali caratteristiche deve avere un manager per affrontare l’ambiente della complessità e perché si parla di un nuovo tipo di intelligenza definita "orizzontale".Un percorso tra psicologia cognitivista, fisica, filosofia, economia e sociologia necessario a tutti coloro che vogliono o devono acquisire una nuova "forma mentis" per comprendere le difficoltà e le opportunità celate nell’ambiente complesso ed in continua evoluzione.
--------------------------------------------------------
Ven. 30 Aprile

CREATIVITY MANAGEMENT
Hubert Jaoui – guru della Creatività


Intraprendere: ecco la parola chiave, la sola nata dalla crisi. Se ognuno, secondo le proprie capacità, diventasse imprenditore in una grande società o nel proprio ufficio, ciò significherebbe che non ci sarebbero più nè il taylorismo riduttore, nè l'egotismo stretto e suicida, ma un'interdipendenza creativa in cui ciascuno dà e riceve. Tutto questo presuppone un contratto chiaro, regolarmente messo a punto e, ugualmente, delle forme di management "matriciale" che d'altronde si diffonderebbero a gran velocità. Che il lavoro diventi gioia non sarà solo una parola d'ordine o una rivoluzione semantica! L'Homo Faber sarà pienamente Homo Sapiens e persino Homo Creator." H. Jaoui
--------------------------------------------------------
Lun. 14 giugno

Testimonianza LUSH
con Denise Cumella, country manager Italia


L’azienda britannica ecologica, creativa, umana e sostenibile che attraverso i suoi prodotti – cosmetici freschi, senza imballi e profumati - e le sue strategie, mette al centro le persone, l’ambiente, il piacere, il gioco... e cerca di migliorare il pianeta!
Un’azienda che ha un sacco di fan che già da anni si trovano su internet, si scambiano idee e consigli sui prodotti, dialogano direttamente con le persone di Lush, sostengono le campagne di sensibilizzazione e fanno marketing virale delle iniziative. Anche nel 2009 per Lush non c’è stata crisi, ma crescita!


 
 
per informazioni:
Segreteria ManagerZen
tel. 0541.736362
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Letto 9227 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2012 15:39