Mercoledì, 16 Febbraio 2005 00:00

Eolo: il motore ad aria compressa

Scritto da  ManagerZen
Vota questo articolo
(0 Voti)
motore.gif






Il progetto di un'automobile con prestazioni paragonabili a quelle di un'utilitaria...

...e col vantaggio di costi di esercizio bassissimi ed emissioni praticamente ridotte a zero... Non è fantascienza, si può fare davvero...

MDI mono-energia ad aria compressa


E' un motore che, anzichè utilizzare la combustione, si vale dell'espansione dell'aria. Non essendoci fiamma, la temperatura di funzionamento non supera i 40° C con una comprensibile diminuzione dell'usura meccanica ed una drastica riduzione dei costi di manutenzione. Il motore mono-energia permette di produrre un'auto assolutamente ecologica con un'autonomia di circa 200 km. E' in fase di realizzazione una versione di questo motore che, riscaldando l'aria con un processo di combustione esterna (a bassissimo inquinamento) permetterà di portare l'autonomia fino ad 800 km: un veicolo ibrido potrebbe dunque funzionare a zero emissioni nei centri abitati ed avere un'autonomia elevata sulle strade extraurbane con un bassissimo tasso di inquinamento.

Come funziona?

Il motore si basa sul principio di dilatazione dell'aria fortemente compressa. L'aria compressa esce da contenitori a temperatura ambiente con pressione di 300 bar. Passa poi in 3 camere di espansione in cui la pressione diminuisce a 200 bar e la temperatura scenda a -80° C. In seguito l'aria passa attraverso un condotto alettato dove si riscalda, aumentando il proprio volume e quindi la pressione. L'aumento di pressione, in pratica, è ciò che fa girare il motore.

Rifornimento

Si potrebbe "fare il pieno" a casa, con un normale compressore in un tempo che può variare dalle 4 alle 7 ore. Se però esistesse una rete di distributori per la fornitura di aria già compressa, l'operazione non richiederebbe più di tre minuti. C'è dell'altro: i contenitori dell'aria sono testati per resistere fino a 750 bar e comunque, in caso di lacerazione, non ci sarebbe alcuna esplosione poichè l'aria è a temperatura ambiente.

L'automobile

Il progetto riguarda un'automobile con telaio in alluminio, con carrozzeria in fibra e resina (più leggera e resistente di quelle tradizionali): c'è anche l'idea di produrre carrozzerie con fibre e resine vegetali. Un'altra novità è rappresentata dall'impianto elettrico: un solo filo comanda tutte le apparecchiature riducendo il peso dei cavi dai 30 kg. di una normale vettura a 2.
L'mpianto di climatizzazione, naturalmente, può sfruttare l'aria a -20° C che esce ldal cilindro, mentre il calore del motore assicura l'aria calda per l'inverno.

E dallo scappamento esce solo aria pulita...
Letto 11927 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2012 15:39