Giovedì, 13 Luglio 2006 17:54

La forza dei nervi distesi

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)


Raddoppia il filo, passa il filo, gira uno dei due fili intorno all'altro, un filo sempre sotto e l'altro sempre intorno, senza nodi e senza tagliare il filo, così che ciascuna moneta copra la metà di quella sotto e così via...
Semplice, non è vero?
E' quanto occorre fare per farsi uno She-dì come quello riprodotto nella foto.
E' un porta fortuna, può stare appeso in casa o in ufficio.
Come non avete capito come si fa?
Ve lo spiego ancora... Trovate dieci monete cinesi, quelle rotonde con il buco quadrato e del cordino rosso che taglierete in una misura che sia multiplo di nove.

Purificate gli oggetti acquistati ponendoli nel sale per una notte e alla luce del sole per qualche ora, poi accendete un incenso così che il fumo li invada. Predisponetevi in uno stato d'animo consapevole e positivo e allineate le monete attraverso cui fate passare il filo.
Attaccate il tutto su un pezzo di seta, meglio se gialla e appendete alla parete.
Come? Siete stanchi solo al pensiero!?

Ho capito... non avete letto i primi racconti... Allora è il momento di farlo!
Vi consiglio di cominciare con il racconto dell'esperienza vissuta che trovate qui e magari proseguire con i primi due (puntata1 e puntata2)...

Siete riusciti a "rubare" un po' di tempo? Siete tra quelli che si ricordavano che il feng shui necessita di tempi lunghi? Bene allora potete procedere con la costruzione dello She-dì o con l'analisi dei vostri spazi e l'applicazione dei rimedi.

L'importante è darvi tempo. Fate come se foste una spiga di grano. C'è un tempo per la semina, uno per la crescita e quello per la raccolta... Non date ascolto ai suggerimenti che leggete sulle riviste che sembrano avere per tutto una risposta veloce!

Le regole del marketing e della comunicazione "tradizionali" non sempre funzionano con il feng shui (ammesso che ancora funzionino nei diversi settori di attività dell'attuale mercato).

I media sono strumenti (graditissimi, non fraintendetemi) di diffusione delle informazioni, ma non basta la lettura occasionale di un articolo per capire un argomento così complesso.

Immaginate di essere un chirurgo o un avvocato... come potreste sintetizzare in poche righe l'utilità e il funzionamento della vostra attività?

Voglio scusarmi con tutti coloro i quali (e so che sono tanti) che già sanno e praticano tempi di vita conformi al mantenimento dell'equilibrio psicofisico e anche con quelli (che so essere forse più ancora dei primi) che potrebbero o stanno pensando di provarci, dato che sono su managerzen!

PS. comunque, se trovate un altro modo per collegare le monete, va bene lo stesso.
Basta non spezzare il filo.
Letto 7490 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2012 15:39
Altro in questa categoria: « Intervista ad Anna Maria Marrocco