Il futuro del petrolio In evidenza

ASPOpisa1.jpg ASPO-5
In Italia la Quinta Conferenza sull'Esaurimento del Petrolio e del Gas!!
18-19 Luglio 2006 San Rossore (Pisa)


Il quinto convegno internazionale dell'associazione per lo studio del picco del petrolio e del gas si terrà il 18-19 Luglio 2006 presso il parco di San Rossore, vicino a Pisa. Il convegno raccoglie esperti da tutto il mondo che esamineranno la consistenza delle riserve di petrolio, gas e materie prime e valuteranno le dinamiche di estrazione, nonchè le conseguenze economiche, sociali e politiche del progressivo esaurimento.

picco-petrolio.jpg

Fra gli oratori, Colin Campbell (presidente di ASPO-Internazionale), Dennis Meadows (uno degli autori del rapporto al Club di Roma "I Limiti dello Sviluppo" del 1972), Robert Hirsch (Dipartimento dell'Energia, noto per i suoi studi sulla mitigazione degli effetti del picco del petrolio), Richard Heimberg ("Powerdown" e
"La Festa è Finita"), Jeremy Leggett (autore di "Fine corsa") ...e molti altri.

L'iscrizione al convegno è aperta a tutti al costo di 150 Euro che comprendono l'accesso a tutte le sessioni come pure pranzi e pause caffé. Sono previsti sconti per membri di associazioni non profit. La lingua ufficiale del convegno è l'inglese, per la prima giornata è prevista una traduzione simultanea in Italiano.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito di ASPO Italia
www.aspoitalia.net



Breve storia di ASPO

tratto dal sito di Aspo Italia

L’ASPO internazionale nasce e vive con una persona: Colin Campbell. La sua vita e la sua carriera sono una storia che potrebbe essere la base di un romanzo; così come lo è stata la vita di molti altri geologi del petrolio che hanno vissuto il periodo burrascoso della seconda metà del ventesimo secolo. I geologi di quella generazione sono stati l’equivalente moderno degli esploratori di una volta; gente abituata alle sfide, che non si ferma davanti alle difficoltà.

Così è stato per Campbell. Accademico, esploratore e uomo di affari allo stesso tempo, ha studiato a Oxford, ha lavorato per l’università per la Texaco, BP e Amoco; esplorando in posti come il Borneo, Sarawak, Trinidad, Nuova Guinea, Ecuador e altri. E’ stato dirigente della Shenandoh Oil, Amoco, Fina, e vice presidente della compagnia Nordic, nonchè molte altre cose.

Una volta andato in pensione, nei primi anni ’90, Campbell non si è fermato di certo. Aveva delle cose che voleva dire; cose non facili da dire, ma le ha dette e le ha dette a voce alta. Nella sua esperienza di geologo professionale aveva avuto modo di avere dati di prima mano sull’effettiva consistenza delle risorse petrolifere mondiali. Aveva anche studiato la teoria di M. King Hubbert che descrive l’andamento dell’estrazione di una risorsa esauribile. Già nei primi anni 1990, Campbell aveva in mano dati e previsioni che dipingevano un quadro del futuro ben diverso da quello ottimista della crescita economica senza fine. Il suo primo articolo dove appare nel titolo la parola “esaurimento” risale al 1990. Molti altri seguiranno, come pure il suo primo libro “The Coming oil Crisis” (La crisi del petrolio imminente) del 1997.

continua...

Letto 14015 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2012 15:39