Il Volo del Colibri' In evidenza

Il Volo del Colibri
Il futuro dei bambini nella mente e nelle società del mondo: giornate di studio a Rimini dal 27 al 29 Ottobre 2007.

Il Volo del Colibri'

Rimini, 27 - 29 Ottobre

Il futuro dei Bambini, Il Volo del Colibri
 

La preoccupazione che desta la sorte dei bambini nel mondo costituisce forse il minimo insindacabile di convergenza su cui trovano accordo le diverse parti, ideologie e società del mondo. Tutte quelle, almeno, che hanno sottoscritto nel 1989 La Convenzione per i diritti dei bambini, i leader di 193 Stati. Fra i non firmatari, la Somalia! Gli Stati Uniti!!

Qualcuno, anni fa — e proprio dal continente americano — ha parlato di “guerra contro i bambini” nella nostra epoca mondiale. È uno dei temi apocalittici fra altri che accompagnano la presente stagione umana: insieme al clima, al terrorismo, l’economia, l’affamamento e l’assetamento; anzi è tale che si intreccia a tutti questi.

È proprio vero allora quello che scrive James Hillman - un antico amico del Centro Pio Manzù: “I bambini sono diventati le vittimei sacrificali di Saturno-Moloch, come nelle antiche civiltà del Mediterraneo. Sono anche i capri espiatori per tutte le paure positivistiche nei confronti dell’anomalo, dell’eccessivo e dei moti divergenti dell’immaginazione al suo primo apparire - nel bambino appunto” (Il codice dell’anima).

Razzismo, sterilizzazione, mutilazioni forzate, costrizione alla mendicità, punizioni, affamamento, ecc. ecc. I mille mezzi di comunicazione ci inondano come una piena melmosa che, con esplicitezza feroce, riversa l’immagine ingrandita di ciò che è diventato comune: la guerra contro i bambini, che siano nascituri, nati, piccoli, minori, per i quali il mondo dovrebbe voler dire sole, luna, padre, madre, scuola, cibo, salute, affetto e diritto di sognare.

Quale mondo è “avanzato” se mette nella bocca dell’inferno la carne viva dei propri discendenti, il futuro di noi stessi, il motore fisiologico del domani da cui dipenderanno salute e prosperità sulla Terra? E tuttavia a temi apocalittici non si replica con risposte apocalittiche. Almeno finché rimane desto in noi lo scandalo morale e intellettuale, il senso della vergogna e del peccato contro i propri simili, senza darla vinta a un macabro amor fati.

Qual è la situazione odierna dei bambini nei molteplici teatri della Terra, dopo le 193 ratifiche? La XXXIII edizione delle Giornate internazionali di studio ha il proposito di fare il punto su ciò.

Narra un’antica fiaba africana che bruciando la foresta, tutti gli animali si misero a fuggire, compreso il leone. Solo un colibrì si vedeva volare intrepido verso l’incendio.
Così il leone, il re della foresta, chiedeva perché il piccolo volatile si dirigesse con tanta alacrità verso il luogo in cui tutto stava bruciando, e il colibrì rispondeva che andava là proprio per questo, per spegnere l’incendio.
Ma è impossibile domare fiamme così vaste con la goccia che portava nel suo becco - gli faceva notare il leone; al che il colibrì rispose: “io faccio la mia parte”.

Per quanto possa sembrare impossibile a chi conosce bene la propria foresta spegnere un incendio che si estende in ogni direzione, nessun essere morale può esentarsi dal fare la propria parte.
Per la verità, l’albero giovane che piglia fuoco accanto a me presto attecchirà anche sul mio tronco. Bisogna allora che la razionalità del leone sia illuminata dalla fede del colibrì.

Se i tavoli della XXXIII edizione si coprono di esili colibrì, è perché evidentemente sono cambiate anche le tattiche con cui vengono affrontati drammi universali.

C’è insomma chi non demanda più e chi non aspetta ma fa.

Tante questioni iniziano ad essere affrontate in nuovi modi, portando l’acqua che ciascuno può portare. Il volo meraviglioso del colibrì tocca il frastuono delle fiamme, parla a chi è pronto a trasformarsi da animale in fuga in piccola staffetta alata.

Non chiede cose impossibili ma solo quelle possibili. E quelle possibili contagiano e trascinano gli esseri senzienti. Saranno pure gocce d’acqua dell’agire; ma se questo concerto di voci-azioni è percepibile nel silenzio ha un’importanza mondiale.


Informazioni e Contatti
Il Volo del Colibri'
Il programma


Letto 10566 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2012 15:39