Martedì, 20 Luglio 2004 00:00

Smau 2004 a Impatto Zero

Scritto da  ManagerZen
Vota questo articolo
(0 Voti)
Smau 2004 sarà la prima manifestazione hi-tech a Impatto Zero.


L’appuntamento autunnale per gli appassionati di informatica, telecomunicazioni e elettronica di consumo infatti, quest’anno ha scelto di aderire all’innovativo progetto di LifeGate per valutare e ridurre le emissioni di anidride carbonica causa principale dell’effetto serra e degli sconvolgimenti del clima che ne derivano. Gli espositori di Smau 2004 saranno invitati a contribuire al progetto con una quota proporzionale alla superficie del proprio stand che servirà a compensare le emissioni con iniziative certificate di riqualificazione ambientale.

Sono sempre di più le aziende che, con prodotti appartenenti a categorie merceologiche e settori diversi, come viaggi, eventi, editoria (ad es. l’ultimo libro di Harry Potter, il tour 2004 di Vasco Rossi) scelgono di aderire a Impatto Zero, un dato significativo che testimonia la crescita di coscienza ambientale.

Anche la realizzazione di un evento ha un impatto sull’ambiente: l’energia elettrica utilizzata, i trasferimenti dei partecipanti, l’allestimento, i materiali promozionali… l’insieme di queste attività rilascia nell’atmosfera una quantità di gas a effetto serra che si possono calcolare grazie a Impatto Zero. E’ per questo che una manifestazione della portata di Smau (80.000 mq di esposizione, 1200 espositori, 380.000 visitatori), ha scelto di riqualificare e proteggere un’area verde in grado di assorbire l’anidride carbonica prodotta durante l’evento. La foresta tropicale è in Costa Rica nella riserva Karen Mogensen. Impatto Zero non e’ l’unica iniziativa che Smau dedica alla tematica ambientale. La tecnologia, infatti, offre mezzi sempre più raffinati per garantire l'equilibrio ambientale attraverso il miglioramento dei processi produttivi, il risparmio energetico, la riduzione degli sprechi, il recupero e il riciclo dei materiali. Dopo il successo della passata edizione, Smau 2004 ripropone tra le sue aree espositive “Ambiente e Tecnologia”: uno spazio rivolto a organizzazioni e istituzioni che, in forme diverse, garantiscono il loro impegno sul fronte della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile senza rinunciare allo sviluppo tecnologico. Tra le novità di quest’anno ci sarà anche il Villaggio dell’energia rinnovabile, un’area che raccoglie, sotto il cappello di Legambiente, piccole imprese ed artigiani che si occupano di produzione e vendita di energia rinnovabile: fotovoltaico, solare, idrogeno.

fonte: comunicato SMAU 2004
www.smau.it
Letto 10255 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2012 15:39