Venerdì, 31 Ottobre 2003 00:00

Il governo si impegna a promuovere la finanza etica

Scritto da  ManagerZen
Vota questo articolo
(0 Voti)
Roma
Il 30 Ottobre 2003 si è svolta la conferenza stampa di presentazione della “Giornata Nazionale della Finanza Etica” prevista per il 22 novembre 2003 a Bologna.


Momento fondamentale dell’incontro è la presentazione della mozione presentata a luglio in VI Commissione (atto camera 7-00275) e recentemente approvata, con la quale si chiede al Governo di favorire la diffusione della finanza etica e solidale come possibile strumento aggiuntivo di sviluppo, di riconoscere l’importanza di queste iniziative ai fini delle politiche di inclusione economica e sociale, e di lanciare campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e di promozione di questo efficace strumento di lotta alla povertà. L’approvazione della mozione è un passo fondamentale nel riconoscimento del valore e della diffusione della finanza etica e solidale che, in Italia, coinvolge ormai più di 25 mila cittadini, associati alle Mutue auto gestite e alla Banca Popolare Etica. Obiettivo primario della finanza etica è quello di fornire un sostegno finanziario ad attività di associazioni, riconosciute e non, di cooperative, di cooperative sociali e di consorzi, ma anche a singole persone in difficoltà, attraverso lo strumento del microcredito. I finanziamenti sono rivolti ad attività per la promozione umana, sociale ed ambientale, che abbiano come fine un impatto etico ed economico su società ed ambiente. Presenta la mozione il suo primo firmatario, l’Onorevole Alfiero Grandi. All’incontro partecipano inoltre il Presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani, il Presidente dell’Associazione Finanza Etica Alessandro Messina, i Senatori Nuccio Iovene, e Francesco Martone.


Fonte: AFE - Associazione Finanza Etica
Letto 10064 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2012 15:39