Giovedì, 02 Ottobre 2003 00:00

SMAU: quando l' high-tech è amico della natura

Scritto da  ManagerZen
Vota questo articolo
(0 Voti)
La sensibilità nei confronti del degrado ambientale negli ultimi anni si è fatta più viva e profonda e la tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile sono entrati nella pratica quotidiana di amministrazioni pubbliche, grandi industrie e piccole aziende.

Tutto ciò è reso possibile anche e soprattutto dalla tecnologia, che offre mezzi sempre più raffinati a favore dell’equilibrio ambientale e dell’ecosistema. Ecco perché da quest’anno SMAU apre uno spazio destinato ad accogliere una rassegna delle più avanzate tecnologie applicate a questo settore.
L’operazione, condotta in collaborazione con Legambiente, vuol fare il punto sui nuovi paradigmi produttivi e ambientali.

L’area, che si sviluppa all’interno dei padiglioni dedicati ai servizi per il cittadino, conta sulla presenza di : Pubbliche Amministrazioni e istituzioni dell’area ambientale (Ministero dell’ambiente, Comitato Ecoaudit e ecolabel, Assessorati ambiente, protezione Civile, Corpo Forestale dello stato, ENEA, CNR)

Inoltre saranno presenti nell’area Ambiente e Tecnologia le imprese che:

  • utilizzano tecnologia per l’ambiente (per esempio, indagini ambientali, gestione emergenze, trattamento rifiuti, multiutilities);
  • producono o forniscono servizi applicabili nel settore (per esempio sistemi di monitoraggio, tecnologie satellitari per l’osservazione della Terra, energia, banche con prodotti specifici, assicurazioni, istituti di certificazione)
  • hanno investito nella tutela dell’ambiente e ne fanno un punto di forza della loro immagine e della loro politica commerciale (per esempio aziende certificate ISO 1400 , aziende con siti EMAS2, aziende che hanno una contabilità ambientale).


    SARA’ PRESENTATA A SMAU LA CARTA PER UFFICIO RICICLATA 100%

    Sarà presente a Smau 2003, nella sezione Ambiente e tecnologia la carta per ufficio (italiana) che ha ottenuto, unica in Europa, il marchio di qualità ecologico Ecolabel. Si chiama Ecocopia ed è commercializzata da Cartotecnica Santa Caterina di Lucca.
    La vocazione ecologica del sistema produttivo di Ecocopia, informa l’azienda attraverso un comunicato, riguarda non solo l’impiego dei maceri post-consumo, ma si estende anche ad altre fasi aziendali, come certificato dal marchio Ecolabel: inquinamento dell’aria e dell’acqua estremamente ridotto, bassissimo consumo di energia, uso limitato di sostanze nocive.
    I vantaggi: oltre a non comportare alcun abbattimento di alberi, risultano un minimo consumo di acqua e di energia elettrica e il recupero di maceri post-consumo (circa il 40% del volume dei rifiuti da smaltire). Risultato: guadagni per i comuni (quelli che attuano la raccolta differenziata) e risparmio per i cittadini; trasformazione di una materia nociva per l’ambiente in un altro materiale non nocivo, ma utile.
Letto 7300 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2012 15:39