Idee in libertà. Intervista a Federica Ghetti

Vota questo articolo
(7 Voti)


IDEE IN LIBERTA'

Intervista a Federica Ghetti


federica-ghetti

Si parla ormai di Nuova Era Creativa, si moltiplicano le iniziative legate a startup per nuove idee di business, innovazione e creatività sono i must di ogni iniziativa e di ogni impresa, così come lo era la qualità negli anni novanta. Con ManagerZen, sin dagli inizi, cerchiamo di diffondere una cultura umanistica, ecologica e creativa e se 10 anni fa eravamo una voce fuori dal coro, oggi si può dire che facciamo parte del mainstream. E' un dato di fatto: la creatività ci serve e sarà sempre più l'ingrediente distintivo di manager e imprese. Ma come, quando e perché essere creativi?

Lo abbiamo chiesto a Federica Ghetti, fondatrice di ManagerZen e conduttrice del laboratorio Creativity Tools...

 

 

D: Ma a cosa serve la creatività proprio in questo periodo di crisi in cui abbiamo tanti problemi da risolvere e dobbiamo stare attenti ai costi…

La creatività serve proprio in questi momenti! Con la crisi dobbiamo per forza inventarci modi nuovi di fare le cose, o addirittura pensare a cose nuove da fare. Anche se non sappiamo bene come, è necessario cambiare i vecchi schemi che non ci portano più ai risultati desiderati e trovare nuove strade per raggiungerli. Ci serve un pensiero flessibile, capace di trasferire idee e soluzioni efficaci da un contesto all’altro, ci serve la capacità di fermentare e mettere insieme le idee diverse delle persone e trarne soluzioni ancora migliori di quelle prodotte dal singolo.
Ci è molto utile perché potremmo anche scoprire soluzioni che ci fanno risparmiare tempo e denaro!

D: Come può servirmi questo corso nel mio lavoro di tutti i giorni?

Capire come funziona il nostro cervello e la produzione di idee può aiutarci a sfruttare al meglio le nostre risorse razionali e creative al momento opportuno. Ad esempio nel gestire una riunione in un modo più generativo e produttivo, evitando la dispersione e la perdita di tempo. Oppure nel trovare un’idea per semplificare una procedura, o un modo diverso per inviare una comunicazione ai colleghi o ai clienti. Ci sono mille modi in una giornata di lavoro per sfruttare il nostro potenziale creativo: l’importante è capire che quello che conta non sono le idee nuove in sè, ma i risultati migliori e utili che ci possono fare raggiungere.

D: Io non svolgo un lavoro creativo, mi può essere utile lo stesso?

Sicuramente! Ogni lavoro, dall’impiegato amministrativo, al programmatore, al tecnico della sicurezza - tanto per citare esempi di lavori considerati poco o per nulla creativi - ha dei margini di manovra.. anche solo nel modo in cui ci relazioniamo agli altri. Ed è all’interno di questo spazio che la creatività ci può indicare strade migliori per compiere il nostro lavoro ... e con più gratificazione personale.

D: In una sola giornata di corso come si fa a diventare creativi?

In una giornata si possono imparare i fondamenti della creatività e iniziare ad allenare questa abilità del nostro cervello, proprio come si allenano i muscoli in palestra: in un giorno non diventiamo campioni olimpionici, ma possiamo apprendere gli esercizi per allenarci. Così avremo via via un cervello sempre più fluido, flessibile, e … creativo!
Possiamo anche imparare semplici tecniche e modalità da utilizzare subito sul lavoro per facilitare uno scambio di idee piu' proficuo e vedere fin da subito quante nuove possibilità si aprono..


D: Ma avere degli strumenti specifici non toglie spontaneità alla creatività?

Certo non possiamo decidere a tavolino quando avere delle idee e quante idee produrre!! Le idee hanno bisogno di libertà e spontaneità.
E proprio per questo ci servono le tecniche e le regole: per creare quelle condizioni utili alla generazione di idee e compatibili con un ambiente di lavoro che richiede organizzazione, tempi e obiettivi definiti. Conoscere le tecniche ci aiuta a definire i tempi e i modi della creatività, per poterla da un lato esprimere al meglio e potenziare, ma anche contenere e incanalare verso gli obiettivi desiderati.

D: Ok adesso è più chiaro. Ci puoi lasciare una suggestione finale?

Il nostro cervello è una risorsa meravigliosa... perché usarne solo una metà?
e ancora, se le nostri menti insieme possono produrre idee più grandi di una mente sola, perché non imparare a unire i nostri cervelli?

grazie ciao!


creativity toolsCREATIVITY TOOLS
strumenti e tecniche per innovare e lavorare meglio

venerdì 22 marzo a Rimini
con Federica Ghetti


http://www.managerzen.it/managerzen-lab/item/1419-creativity-tools.html

 

 

Letto 4917 volte Ultima modifica il Venerdì, 22 Febbraio 2013 14:07